Cambiare prospettiva basta per realizzare un cambiamento?

cambiareTi ripeti spesso che è ora di cambiare?

So cosa vuol dire, capita anche a me, pensi che un lavoro diverso, un’altra città o paese sia la risposta per farti stare meglio e farti sbocciare. Hai considerato di provare a cambiare il tuo punto di vista?

Siamo per lo più proiettati verso l’esterno, perciò è normale che le nostre analisi riguardino l’ambiente che ci circonda sia lavorativo che sociale. Trovare una colpa fuori di noi è più facile e ci esclude da ogni processo dove invece noi siamo il fulcro.

Guardarci dentro è faticoso: è necessario essere sinceri ed eliminare strati di maschere e corazze. Questo è però l’unico modo per far emergere noi stessi. Prima di stravolgere la propria vita con decisioni radicali, vale la pena soffermarsi un attimo e guardare dentro noi stessi.

Come consiglia Lucia Giovannini in Crea il lavoro che vuoi, porci domande come: “cosa mi emoziona veramente fare” o “che valore posso aggiungere a quello che già faccio”, sono apparentemente semplici, ma consentono di aprirci a nuove realtà. Dare uno sguardo al nostro cammino individuando i momenti più significativi della nostra vita, sia positivi che negativi, ci fa scoprire talenti, competenze, ma anche valori e sentimenti per noi imprescindibili.

Prima di cambiare fermati e ascolta

cambiarePersonalmente ho fatto del cambiamento quasi uno stile di vita, in questo momento però ho sentito la necessità di fermarmi per fare il punto della situazione. In questo mondo che va sempre più veloce, fermarsi e dedicarsi del tempo diventa un regalo che tutti dovremmo farci ogni tanto.

Quando ti senti insoddisfatto, stressato e non riesci a vedere nulla che giri come vorresti: fermati, respira profondamente e prova a sentirti. Come dice Marco Montemagno, mettiti in ascolto di quella vocina dentro di te, il tuo “alleato” che vuole solo il meglio per te e ti aiuta a rimetterti in careggiata quando ti perdi. E’ incredibile scoprire quanto poco basti per sentirsi meglio e più motivati semplicemente alleandosi con noi stessi.

Questo alleato infondo è la nostra anima e per stare bene abbiamo bisogno di essere allineati con essa. C’è chi sceglie la meditazione, ma può bastare anche respirare in modo profondo e consapevole per ritornare nel qui e ora.

Riconnettersi con te stesso è il primo passo per fare ordine nei tuoi pensieri. Ogni giorno elaboriamo circa 60.000 pensieri e molti di essi si ripetono costantemente. Per trovare più equilibrio e chiarezza considera la qualità di questi pensieri e modifica quelli che difficilmente ti possono aiutare a vedere quante opportunità ti circondano.

In questo viaggio in te stesso, puoi scoprire che cambiare il tuo approccio al lavoro che già fai, o alle relazioni con gli altri, può fare la differenza che cercavi per sentirti di nuovo motivato.

Oggi il web offre moltissimi spunti per favorire la crescita personale: da manuali di auto-coaching a corsi o webinar con i maggiori guru del momento. Scegliere a volte è complicato, ma navigare in questo mare di informazioni può sicuramente ispirarti e farti trovare ciò che meglio risuona per te. Leggi, rifletti e poi comunque decidi con il tuo cuore e la tua testa.

Da un po’ di tempo le proposte online sono incentrate proprio su questi due argomenti: crescita personale e crescita professionale. Due aspetti strettamente connessi. Solo se stai bene con te stesso, se sai riconoscere le tue emozioni e controllarle puoi comunicare con gli altri in modo più efficace ed essere più produttivo.

Il successo personale quindi parte da te, dalla tua capacità di comunicare, di relazionarti con gli altri e creare un ambiente sano per te e per chi ti circonda.

Questo è anche quello che cercano le aziende, sempre più consapevoli che la produttività e l’efficienza aumenta se le persone al lavoro sono soddisfatte e “felici”.

I diversi percorsi che puoi trovare online e offline sono orientati a renderti più consapevole di te stesso, vivere nel qui e ora, operando le scelte più giuste per te, che non è detto siano le più facili. Nei corsi e nei libri puoi trovare spunti e strumenti, ma ricorda che il lavoro più tosto spetta a te.

Nel crescere, non essere troppo severo con te stesso, accogli ogni tua parte, abbi pazienza, il che significa prenditi il tempo necessario ed accetta di fare anche solo un piccolo passo per volta verso i tuoi obiettivi. Celebra ogni piccolo successo e non mollare, abbi fiducia in te stesso.

Cambiare non significa sempre mollare tutto e ripartire da zero, ma cambiare te stesso e la prospettiva da cui guardare ogni cosa per sentirti libero e rinnovato. I tuoi talenti, le tue competenze insieme alle tue passioni sono la bussola per il tuo successo personale e professionale.

Il mondo sta cambiando a velocità supersonica ed è naturale essere talvolta disorientati, cambiare il nostro approccio alla vita nella sua interezza, credo sia la strategia migliore per affrontare ogni cambiamento.

Se può esserti utile ti consiglio di seguire Cecilia Sardeo, fondatrice di Mindvalley Italia e molte altre aziende. Cecilia è una carica di energia allo stato puro che regala generosamente spunti interessanti per la crescita personale e professionale che penso possano donare luce anche a te.

Lasciati ispirare dal cambiamento cominciando da te 🙂

Se ti ritrovi fra queste righe, sarò felice di leggerti qui sotto.

cambiare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.